Limiti a infinito in cordinate polari

Calcolo differenziale, limiti, massimi e minimi, studio locale e globale per funzioni di più variabili
Messaggio
Autore
matt_frascarelli
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 10
Iscritto il: mercoledì 16 gennaio 2019, 19:52

Limiti a infinito in cordinate polari

#1 Messaggioda matt_frascarelli » giovedì 11 luglio 2019, 11:34

Ciao a tutti!
Ho un dubbio riguardo all'argomento dei limiti con p che tende a più infinito in polari...
Mi è venuto in mente di studiare il limite spezzandolo in alcuni casi tipo : se teta appartiene al primo quadrante, se teta è nullo...
Ricoprendo tutto il periodo dell'angolo.
Mi chiedo se utilizzare questo metodo per dimostrare che il limite assume un valore vada bene o no,perché ho il sospetto che nel fare così si perdano direzioni. Grazie in anticipo :D

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2191
Età: 51
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Limiti a infinito in cordinate polari

#2 Messaggioda Massimo Gobbino » giovedì 11 luglio 2019, 15:28

matt_frascarelli ha scritto:Mi è venuto in mente di studiare il limite spezzandolo in alcuni casi tipo : se teta appartiene al primo quadrante, se teta è nullo...
Ricoprendo tutto il periodo dell'angolo.
Mi chiedo se utilizzare questo metodo per dimostrare che il limite assume un valore vada bene o no


No, non va bene, e quando va bene (cioè nel 90% dei casi :mrgreen: ) è solo per fortuna. Se guardi le lezioni 3 di tutti i corsi di Analisi 2 trovi degli esempi in proposito.

matt_frascarelli
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 10
Iscritto il: mercoledì 16 gennaio 2019, 19:52

Re: Limiti a infinito in cordinate polari

#3 Messaggioda matt_frascarelli » venerdì 12 luglio 2019, 17:13

Grazie mille professore, guarderò le lezioni :D


Torna a “Calcolo Differenziale in più variabili”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti