Scritti d'esame 2019

Spazi di Banach, spazi di Hilbert, spazi di Sobolev, problemi variazionali, problemi di evoluzione
Messaggio
Autore
Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2133
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Scritti d'esame 2019

#1 Messaggioda Massimo Gobbino » giovedì 17 gennaio 2019, 13:37

Qui di seguito i testi degli scritti.
Allegati
IstAM_19_CS3.pdf
Scritto appello 3 -- 23 Febbraio 2019
(40.28 KiB) Scaricato 21 volte
IstAM_19_CS2.pdf
Scritto appello 2 -- 02 Febbraio 2019
(120.72 KiB) Scaricato 89 volte
IstAM_19_CS1.pdf
Scritto appello 1 -- 15 Gennaio 2019
(36.59 KiB) Scaricato 160 volte

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2133
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Scritti d'esame 2019

#2 Messaggioda Massimo Gobbino » giovedì 17 gennaio 2019, 13:38

E qui sotto, con relativa calma e geologico ritardo, le tracce di soluzioni.

Quindi tanto vale aprire la discussione!
Allegati
IstAM_19_CS3_Sol.pdf
Scritto 3 (23 Febbraio 2019) -- Tracce di soluzioni
(857.25 KiB) Scaricato 25 volte
IstAM_19_CS2_Sol.pdf
Scritto 2 (02 Febbraio 2019) -- Tracce di soluzioni
(956.46 KiB) Scaricato 76 volte
IstAM_19_CS1_Sol.pdf
Scritto 1 (15 Gennaio 2019) -- Tracce di soluzioni
(861.4 KiB) Scaricato 153 volte

tommy1996q
Affezionato frequentatore
Affezionato frequentatore
Messaggi: 48
Iscritto il: martedì 1 gennaio 2019, 23:05

Re: Scritti d'esame 2019

#3 Messaggioda tommy1996q » martedì 29 gennaio 2019, 13:00

Provo a scrivere la soluzione al primo esercizio.
[+] Soluzione_Ex_1
L'equazione da studiare è [math] con le condizioni [math]. Ora, la condizione sulla funzione si porterà nel problema di minimo, mentre quella sulla derivata dovrà nascere "on the road" dalla condizone [math] (ovvero, deve nascere dall'imposizione che i termini di bordo nella seconda forma integrale di ELE si annullino). Integrando un po' l'espressione sopra e modificando opportunamente la lagrangiana "standard" che viene, si ottiene una lagrangiana modificata che fa al caso nostro, e che dovrebbe essere [math]. Imponendo infatti che [math] troviamo come unica soluzione [math], e la ELE differenziale rimane quella che volevamo. Passiamo quindi a studiare il problema di minimo:
[math].

1)FORMULAZIONE DEBOLE
Ci mettiamo in [math]

2)COMPATTEZZA
Come nozione di convergenza scegliamo quella uniforme per la parte di funzione e la debole [math] per quella di derivata. Prendiamo ora il sottolivello [math]. Tralasciando termini positivi, abbiamo a maggior ragione che [math]. Noto che [math], e in definitiva posso stimare uniformemente [math] con [math], con [math] costanti. Sostituendo viene un polinomio in [math] il cui termine di grado più alto ha grado pari e coefficiente positivo, quindi dovendo essere [math], ne segue che [math] è limitato. Da questo, usando la DBC [math] e l'equiholderianità, siamo nelle ipotesi di Ascoli Arzelà e per la parte di funzione posso estrarre una sottosuccessione che converge uniformemente. Da questa ne posso estrarre un' altra per cui le derivate convergono debole in [math], visto che le palle sono debolmente compatte.

3)SCI

Per la parte di funzione non ho problemi. Condizioni al bordo e stime integrali passano tranquillamente al limite per convergenza uniforme.

Per la parte di derivata, basta osservare che convergenza debole [math] implica convergenza debole [math] e che la parte di derivata è una funzione convessa in [math]. Questo, per un risultato visto a lezione, garantisce la SCI

4)UNICITA'

Abbiamo provato l'esistenza, bisogna provare l'unicità. SI fa nel solito modo, usando la convessità (stretta) della lagrangiana nella variabile [math] e la DBC in 0. Detto [math] un punto di minimo, sia [math] un altro competitore, con [math]. Per stretta convessità, deve essere [math], altrimenti avrei una disuguaglianza stretta per convessità. Ma [math], da cui ottengo l'unicità del minimo.

5)REGOLARITA'

Dalla seconda forma integrale di ELE ottengo:

[math], dove con [math] indico la derivata debole. Ma il LHS è dato da [math] con [math], funzione [math] strettamente crescente e perciò invertibile. Abbiamo già che [math], in quanto la sua derivata debole è continua. Invertendo la [math] otteniamo [math] da cui [math]. Per bootstrap si guadagna [math].

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2133
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Scritti d'esame 2019

#4 Messaggioda Massimo Gobbino » mercoledì 30 gennaio 2019, 18:15

Va piuttosto bene il solito fil rouge del metodo diretto.

Segnalo solo due dettagli, perché sono dei classici che costano dei punti in sede di correzione.

  1. Per l'unicità, non basta dire che il minimo è unico, in quanto il testo chiede l'unicità della soluzione dell'equazione differenziale + BC. Bisogna quindi prima osservare che ogni soluzione di equazione + BC è punto di minimo del funzionale.
  2. In sede di regolarità, non basta osservare la stretta monotonia e quindi l'esistenza dell'inversa, ma occorre che l'inversa sia regolare, il che segue dalla stretta positività della derivata e non dalla stretta monotonia.

Segnalo poi due possibili varianti.

  • Cambiare variabile in modo da ridursi a BC più classiche (uguali a 0 invece che a 3).
  • Ambientare il problema in [math], osservando che si ammette + infinito come possibile valore del funzionale (tanto sappiamo che + infinito è uno di noi).

FraMatte
Nuovo utente
Nuovo utente
Messaggi: 4
Iscritto il: sabato 29 dicembre 2018, 11:44

Re: Scritti d'esame 2019

#5 Messaggioda FraMatte » venerdì 1 febbraio 2019, 20:44

Provo ad impostare una soluzione alternativa al quarto esercizio. Consideriamo le seguenti disuguaglianze:
[math]
Nella prima si è usato che il seno è sempre minore uguale ad uno e nella seconda il fatto che l'esponenziale sia maggiore uguale ad 1 nel dominio del problema e che il coseno sia sempre maggiore o uguale a -1. Voglio ora provare che vale la seguente disuguaglianza:
[math]
Se [math] la disuguaglianza è banalmente vera, altrimenti divido per [math] e studio, sulla falsariga della dimostrazione della disuguaglianza di Poincarè - Wirtiger, il seguente problema di minimo
[math]
Da qui in avanti, sempre che non abbia avuto sviste, dovrebbe essere una normale applicazione del metodo diretto.

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2133
Età: 50
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Scritti d'esame 2019

#6 Messaggioda Massimo Gobbino » venerdì 1 febbraio 2019, 21:19

A parte l'eliminazione abusiva del coseno già segnalata in questo thread

viewtopic.php?p=9070#p9070

il finale detto così

FraMatte ha scritto:Da qui in avanti, sempre che non abbia avuto sviste, dovrebbe essere una normale applicazione del metodo diretto.

non mi convince per nulla. Ad esempio, il tuo argomento sembrerebbe funzionare anche se ci fosse stato 777 volte il coseno, mentre in quel caso penso proprio che le cose sarebbero andate male.

Albus23
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 8
Iscritto il: sabato 26 gennaio 2019, 19:51

Re: Scritti d'esame 2019

#7 Messaggioda Albus23 » martedì 19 febbraio 2019, 20:15

Ho una domanda sulla soluzione del terzo esercizio nel primo compito.
Trattandosi di un dominio arbitrario (non tutto le spazio o un semispazio) la stima che abbiamo ricavato nella lezione 46 coinvolge anche la norma nello spazio [math] di u che nella soluzione non compare. Come funziona?

gino
Utente in crescita
Utente in crescita
Messaggi: 9
Iscritto il: giovedì 7 febbraio 2019, 16:56

Re: Scritti d'esame 2019

#8 Messaggioda gino » giovedì 21 febbraio 2019, 17:21

Il fatto che si annulli al bordo dovrebbe garantire un'estensione tranquilla a tutto [math], oppure direttamente essere a supporto compatto in omega implica esserlo su tutto il piano.


Torna a “Istituzioni di Analisi Matematica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite