Spazio R^3 e base ortogonale

Sistemi lineari, vettori, matrici, spazi vettoriali, applicazioni lineari
Messaggio
Autore
maimoneg
Affezionato frequentatore
Affezionato frequentatore
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 16 agosto 2017, 9:03

Spazio R^3 e base ortogonale

#1 Messaggioda maimoneg » mercoledì 16 gennaio 2019, 16:01

Domanda agli amici del Forum:

Dati tre vettori v1,v2,v3, a casaccio in uno spazio vettoriale R^3, per trovare una base ortogonale
anzichè usare G-S non è più sbrigativo applicare due volte il teorema misteroso (prodotto vettoriale o interno) ?
Uso (x) come simbolo di prodotto interno.
1) v1 x v2 e si ottiene un vettore perpendicolare al piano formato da v1 e v2 che chiamo v3.
2) si scarta v1 oppure v2 e si ripete il trodotto tra i due rimanenti che già sono perpendicolari:
2) v2 x v3 = v4 e ho finito.
Così facendo i vettori v2, v3 e v4 sono mutuamente perpendicolari.
Penso correttamente se dico che il procedimento può essere ampliato ad uno spazio vettoriale R^n, oppure no?
Cordiali saluti
Giuseppe Maimone

Avatar utente
Massimo Gobbino
Amministratore del Sito
Amministratore del Sito
Messaggi: 2159
Età: 51
Iscritto il: lunedì 29 novembre 2004, 19:00
Località: Pisa
Contatta:

Re: Spazio R^3 e base ortogonale

#2 Messaggioda Massimo Gobbino » martedì 22 gennaio 2019, 13:57

maimoneg ha scritto:Dati tre vettori v1,v2,v3, a casaccio in uno spazio vettoriale R^3, per trovare una base ortogonale
anzichè usare G-S non è più sbrigativo applicare due volte il teorema misteroso (prodotto vettoriale o interno) ?
Uso (x) come simbolo di prodotto interno.
1) v1 x v2 e si ottiene un vettore perpendicolare al piano formato da v1 e v2 che chiamo v3.
2) si scarta v1 oppure v2 e si ripete il prodotto tra i due rimanenti che già sono perpendicolari:
2) v2 x v3 = v4 e ho finito.
Così facendo i vettori v2, v3 e v4 sono mutuamente perpendicolari.


Mi sembra un'ottima ed interessante osservazione :D :D . Da tener presente per il futuro.

Piccola nota: di solito il prodotto "interno" è quello scalare, mentre quello "esterno" è quello vettore. In ogni caso i termini interno ed esterno sono un po' datati e di conseguenza in disuso.

maimoneg ha scritto:Penso correttamente se dico che il procedimento può essere ampliato ad uno spazio vettoriale R^n, oppure no?


Direi che funziona in generale :D .

Lo svantaggio rispetto a GS è che i determinanti diventano pesanti computazionalmente quando la dimensione sale. Un po' come quando si calcola la matrice inversa con la matrice dei cofattori oppure con Gauss-Jordan.

maimoneg
Affezionato frequentatore
Affezionato frequentatore
Messaggi: 32
Iscritto il: mercoledì 16 agosto 2017, 9:03

Re: Spazio R^3 e base ortogonale

#3 Messaggioda maimoneg » domenica 21 aprile 2019, 10:13

Chi.Prof. Gobbino
E' stata una mia svista: volevo dire esterno (perchè il vettore che ne vien fuori esce dal piano formato dai primi due), invece nella fretta ho scritto interno.
Grazie per la dritta.
Cordialmente
Giuseppe Maimone


Torna a “Algebra Lineare”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti